GUIDA ALLA MANUTENZIONE

Come si fa la manutenzione del parquet? 

Ecco come si fa una manutenzione corretta per ogni tipologia di parquet!

 

In questa pagina scoprirai non solo come effettuare al meglio la manutenzione per il tuo parquet, ma troverai anche tanti consigli utili per la quotidianità della tua pavimentazione preferita.

 

Il parquet è un prodotto molto amato per la sua bellezza, per le sue caratteristiche uniche e il suo stile; la scelta del pavimento rappresenta la decisione più importante per la tua casa, proprio perché è in grado di dare un carattere all’ambiente e, se scelto bene e di buona qualità, come diciamo noi ”è per sempre”.

 

Mettere il parquet è la migliore scelta che tu possa fare! Perché?

 

  1. Il legno è un materiale naturale e pregiato che ha fatto la storia dell’arte e della cultura abitativa. 
  2. Il legno è una risorsa rinnovabile, a impatto zero ed ecosostenibile per un pianeta più verde (i nostri materiali provengono da foreste accudite secondo le regole della buona selvicoltura con ciclo di crescita controllato che favorisce l’utilizzo del legno e la sua rigenerazione)
  3. Un pavimento in legno arreda già la tua casa.
  4. Crea un ambiente di vita sano e protettivo.
  5. Trattiene il calore ed esprime naturalezza.
  6. È l’ambiente ideale per i tuoi figli, sempre caldo al tatto e confortevole al calpestio.
  7. È duraturo nel tempo

 

Ma la manutenzione?! 

 

La maggior parte dei nostri clienti al primo incontro restano estasiati nel vedere, toccare, annusare il parquet, ma poi, una delle problematiche sempre sollevate fa riferimento alla pulizia. 

Il parquet è un materiale nobile e naturale, per questo ha bisogno di determinati accorgimenti; ma la sua dinamicità e le nuove tecnologie fanno sì che risulti molto pratico nella manutenzione.

 

Ecco dunque tutto quello che bisogna sapere per una corretta manutenzione del parquet.

 

Per ogni tipologia di finitura (olio, vernice ed esterni), il parquet ha bisogno di diverse manutenzioni suddivise nel tempo: ordinaria, periodica e straordinaria.

 

FINITURA AD OLIO

Manutenzione ordinaria:

  • Pulire l’intera superficie con aspirapolvere dotata di feltrini o spazzole morbide
  • Diluire in acqua tiepida il prodotto di manutenzione nelle quantità indicate sull’etichetta e passare con straccio ben strizzato (possibilmente nel verso del legno)
  • Ad asciugatura avvenuta è possibile il calpestio.

 

Manutenzione periodica (avviene ogni 4-6 mesi):

La procedura è la stessa però bisogna utilizzare il prodotto specifico per la manutenzione periodica.

 

FINITURA A VERNICE

Manutenzione ordinaria:

  • Pulire l’intera superficie con aspirapolvere dotata di feltrini o spazzole morbide.
  • Diluire in acqua tiepida il prodotto di manutenzione nelle quantità indicate sull’etichetta e passare con straccio ben strizzato (possibilmente nel verso del legno)
  • Ad asciugatura avvenuta è possibile il calpestio.

 

Manutenzione periodica (avviene ogni 4-6 mesi):

La procedura è la stessa però bisogna utilizzare il prodotto specifico per la manutenzione periodica.

Nel caso di pavimenti molto spazzolati o rusticati si consiglia si consiglia una pulizia più profonda con il TRATTAMENTO SMILE

 

ESTERNI

Manutenzione ordinaria:

  • Pulire l’intera superficie con aspirapolvere dotata di feltrini o spazzole morbide.
  • Diluire in acqua tiepida il prodotto di manutenzione nelle quantità indicate sull’etichetta e passare con straccio ben strizzato (possibilmente nel verso del legno)
  • Ad asciugatura avvenuta è possibile il calpestio.

 

Manutenzione periodica:

La procedura è la stessa però bisogna utilizzare il prodotto specifico per la manutenzione periodica, inoltre è consigliata nel periodo pre inverno e pre estate. È importante evitare la stesura del prodotto a pavimento bagnato (es. pioggia, brina e umidità)

 

MANUTENZIONE STRAORDINARIA

La manutenzione straordinaria ti permette di riportare il parquet allo stato iniziale; lo possiamo considerare come un restyling del pavimento a livello avanzato.

È importante far eseguire questo trattamento a professionisti del settore.

 

NB: Qualora il produttore disponga di prodotti specifici per la manutenzione ordinaria, periodica e straordinaria, utilizzare questi per preservare qualità e garanzia del pavimento.

 

Ecco fatto! Pensavi anche tu che fosse molto più complicato? 

Come hai letto, pulire un parquet è semplicissimo e veloce. 

 

Ma non vogliamo lasciarti con informazioni incomplete, ci farebbe piacere darti qualche ulteriore consiglio su come vivere al meglio il tuo parquet ( sulla vita di tutti i giorni del tuo parquet.)

 

COSA NON FARE

  • Non utilizzare detergenti universali contenenti ammoniaca.
  • Non utilizzare acqua abbondante o scope a vapore per evitare il danneggiamento delle vernici e/o legno.
  • L’umidità relativa dell’aria anche nei mesi invernali non deve mai essere inferiore del 40%.

 

COSA FARE

  • Per la pulizia del pavimento usare solo panni in microfibra o cotone (nel caso di utilizzo di specifici prodotti è indispensabile utilizzare lo straccio consigliato dal produttore).
  • Utilizzare solo prodotti consigliati dal produttore e leggere attentamente l’etichetta;
  • Ricordarsi di applicare piedini morbidi sotto il mobilio per evitare fastidiosi graffi.

 

COSA DEVO FARE SE…

  • Cade un secchio pieno d’acqua? Raccogliere l’acqua come se fosse un normale pavimento.
  • Si allaga il parquet? in questo caso è necessario raccogliere o aspirare rapidamente tutta l’acqua in superficie e far arieggiare l’ambiente allagato. Se fosse possibile, attivare la deumidificazione del condizionamento e si consiglia successivamente all’intervento di contattare un professionista per valutare eventuali interventi.
  • Il mio amico a quattro zampe fa i bisogni o rimette? Asciugare i liquidi con un panno, spruzzare il detergente sull’area contaminata ed asciugare con un panno.
  • Cade un oggetto pesante sul pavimento? In caso di leggera ammaccatura è possibile intervenire con piccoli ripristini tuttavia in caso di danni più evidenti rimuovere il listone danneggiato e sostituirlo senza che si noti nulla.
  • Cambia il colore del mio parquet? Il legno sviluppa naturalmente il suo viaggio di colore, segno di un pavimento in vero legno. Col passare del tempo, anche cambiando la disposizione del mobilio, le differenze di colore si uniformano e i contrasti si indeboliscono.

 

Dopo questa lunga spiegazione ci auguriamo di aver risposto ad ogni tuo dubbio e che, il desiderio di avere un parquet pulito, splendente, non rovinato, insomma.. come fosse nuovo nonostante l’utilizzo, ti sia stato d’aiuto.